Giro d’Italia senza soldi. Giorno 35 14/05/2017 Aversa


Ci si sveglia con calma, oggi andremo a visitare la grande Napoli, dono davvero curioso e spero di riuscire a vedere il più possibile.
Scendiamo per la colazione e ci mettiamo d’accordo sugli orari per andare e per tornare indietro. Ci porterà Franco, che deve andarci per lavoro e volentieri ci offre un passaggio.
Ci prepariamo e partiamo subito, il Vesuvio fa da sfondo a questo splendido paesaggio, gli da quel tocco leggendario.
Arriviamo a Napoli e Franco ci lascia nei pressi della stazione centrale, ci inoltriamo verso il centro, senza una meta principale decidiamo di girare “a naso”.
Non posso fare a meno di rimanere sconvolto quando noto quello che succede per le strade:  persone che sfrecciano coi motorini senza casco, alcuni addirittura viaggiano in 3 tenendo in piedi tra le gambe dei bambini o tenendoli addirittura in braccio, ci sfreccia davanti una coppia giovane, lei porta in braccio un neonato di pochi mesi. Sono paralizzato. Attraversiamo le strade e bisogna tenere gli occhi puntati in ogni direzione, i semafori sembrano essere solo un suggerimento e ogni secondo qualcuno suona il clacson per qualunque motivo anche banale. Ho mal di testa, ogni tanto qualcuno ci urla qualcosa o commenta al nostro passaggio. Mi ci dovrò abituare.

Ci inoltriamo nella stretta e lunga strada che porta al centro storico, su entrambi i lati della strada sorgono delle meravigliose botteghe che preparano specialità locali, i profumi sono una tortura e vorrei abbuffarmi di qualunque cosa su cui poso lo sguardo.
Andiamo in direzione Piazza del Gesù nuovo, Maria, una gentile ragazza che ha voluto farci un regalo, ci dice che c’è un pacco da ritirare presso un azienda storica che produce cioccolato da più di 120 anni. La Chiara va in fibrillazione. Raggiungiamo questa carinissima bottega e ritiriamo il pacco, è pieno di golosissimi dolci a base di cioccolato prelibatissimo. Ci fermiamo in piazza e assaggiamo qualcosa, è tutto delizioso, ringraziamo di cuore Maria, non era necessario ma apprezziamo decisamente.
Riprendiamo il “tour” e ci dirigiamo verso il porto, passiamo per la piazza del Plebiscito e per l’enorme Castel Nuovo.
Ammiriamo il porto, mi perdo mentre oso immaginare quante navi sono salpate e sono arrivate qui nel corso del tempo, quante persone sono passate da qui, pescatori, mercanti ecc. Che spettacolo.
Siccome ci troviamo in questa parte della città ne approfittiamo per raggiungere il Vomero, un quartiere collinare di Napoli dove si erge Castel Sant’Elmo.
Dopo una bella scarpinata in salita raggiungiamo le mura del castello e ci gustiamo la splendia vista sulla città. Solo ora si può davvero quantificare la grandezza di questa città, e il grande Vesuvio fa decisamente da padrone alla scena.
Scendiamo, il tempo comincia a stringere, riattraversiamo il centro e le sue splendide stradine e prendiamo la strada di casa.
Domani ritorneremo per proseguire il viaggio e cercheremo di vedere quello che ci manca.
Maria ci stava già aspettando con la macchina, e come una madre che va a prendere il figlio di ritorno da una gita scolastica ci chiede ogni cosa sperando ci sia piaciuto tutto. Che meraviglia.
Raggiungiamo casa, ci facciamo una bella doccia e scendiamo per la cena, ovviamente abbontante come sempre.
Ci perdiamo in chiacchiere anche sta sera, e siccome domani ripartiremo è giunta l’ora di salutare qualcuno.
Salutiamo la solare Paola, la vicina di casa che dopo averci regalato un libretto a testa ci da un forte abbraccio.
Salutiamo anche Giusi, domattina dovrà alzarsi presto per andare a Roma, la abbracciamo forte e la ringraziamo per aver reso possibile tutto questo, per averci fatto conoscere questa fantastica famiglia e per essere stata così disponibile.
Rimaniamo ancora un po a parlare con Franco e Maria che ci mettono in guardia su alcune cose.
Ora si è fatto davvero tardi, domani dobbiamo essere in forze per il cammino.
Andiamo di corsa a letto e crolliamo spudoratamente.
Buonanotte


Precedente Giro dell'Italia senza soldi - Giorno 34 13/05/17 - Caserta Successivo Giro dell'Italia senza soldi - giorno 36 15/05/17 Aversa - Pompei

2 commenti su “Giro d’Italia senza soldi. Giorno 35 14/05/2017 Aversa

  1. Narrabondo il said:

    Sei sicura.che nessuno portava il nasco e si fermava al rosso?O era la tua immaginazione?

  2. Che bugiarda…questa si chiama disinformazione e diffamazione. Sono toscano e sono stato a Napoli 3 volte recentemente: la gente il casco lo porta (solo qualche ragazzino nei vicoli l’ho visto senza casco) e i semafori ci sono e vengono rispettati, così come ci sono i vigili a far multe. Quello che hai scritto è il classico luogo comune di chi INVENTA di essere stato a Napoli. Blog e progetto ridicolo, SCONSIGLIATISSIMO.

I commenti sono chiusi.