Giro d’Italia senza soldi. Giorno 29 08/05/2017 Roma


Anche questa notte abbiamo dormito come se fossimo a casa. Questa famiglia ci sta cullando come se ne facessimo davvero parte.
Ci accomodiamo per la colazione, oggi purtroppo Giovanna non si sente molto bene, probabilmente qualche virus.
Ci prepariamo per la giornata, oggi dovrebbe venire a trovarci Samuele, il mio caro amico che ci ha ospitati il primo giorno, ha deciso di passare una giornata con noi e domani ritornare a casa, che matto.
Oggi inoltre ci incontreremo anche con un’altra persona molto importante, si tratta di Michele, un personaggio particolare che abbiamo conosciuto quando eravamo a Fuerteventura, è tornato a vivere in Italia e legge i tarocchi a chiunque interessato. Quando eravamo alle canaria Chiara si era fatta leggere i tarocchi da lui e devo dire che ha azzeccato tante cose.
Ci aspetta in piazza Maria Maddalena, vicino al Pantheon, e dopo un abbraccio e una lunga chiacchierata ci salutiamo perché è in arrivo il treno di Samuele.

Ci rendiamo conto che la strada per termini è piuttosto lunga e per arrivare puntuali approfittiamo dell’assenza dello zaino e cominciamo a correre.
Arriviamo in stazione ed ecco Samuele, ci diamo un forte abbraccio, si sprigiona una forte emozione, vederlo ci fa decisamente sentire a casa.
Ci dirigiamo verso piazza di Spagna, Samu ha bisogno di comprare una corda di una chitarra e li c’è l’unico posto aperto a quest’ora, una volta arrivati ne approfitta e compra anche un’armonia.
Ora siamo in cerca di un posto dove andare a suonare un po dato che è una nostra abitudine, mi viene in mente il circo massimo e credo sia perfetto.
Percorriamo tutto il lungo Tevere, una passeggiata rilassante e senza il caos del centro.
Arriviamo al circo massimo e dopo nemmeno 5 minuti abbiamo gia qualche strumento in mano e cominciamo a suonare qualcosa. Mi sento a casa, mi sembra uno di quei giorni in cui vado con Samuele da qualche parte in mezzo al verde a strimpellare.
Dopo un paio d’ore purtroppo il cielo comincia a coprirsi e dobbiamo tornare per la cena, siccome Samuele riparte domattina abbiamo proposto a Giovanna una sorta di “scambio”, se ci fosse stata la possibilità di far dormire anche Samuele a casa sua per questa notte lui sarebbe stato onorato di preparare una cena coi fiocchi come solo lui sa fare, lei col suo cuore enorme ha accettato subito e quindi senza perdere tempo ci siamo diretti a casa.
Dopo qualche minuto di camminata comincia a piovere, sembrerebbe solo di passaggio, troviamo ripariamo sotto un tendone di un bar e nel giro di pochi minuti smette.
Riprendiamo la strada con un passo più spedito e finalmente eccoci arrivati, Samuele viene accolto con un sorriso e gli viene spiegato dove si trova tutto quello che gli può essere necessario, che meraviglia, sembra che ci si conosca da anni, eppure in fin dei conti siamo degli sconosciuti.
Mentre prepara dei filetti di merluzzo io mi occupo del contorno e ricerchiamo le spezie e i sapori più appropriati come se fossimo degli scienziati, vogliamo sfruttare questa occasione al massimo e rendere tutto perfetto.
Quando tutto è pronto Ignazio si accomoda a tavola e non appena arriva anche Martino cominciamo a mangiare, è tutto buono, anche sta volta Samuele ha fatto magie. Peccato che Giovanna stia ancora male, mi avrebbe fatto piacere che partecipasse alla cena come per ringraziarla.
Passiamo il resto della serata a raccontare avventure e a goderci questi momenti, il tempo passa velocissimo e si è fatto tardi, domani abbiamo un bel po di strada da fare quindi andiamo a coricarci.
Buonanotte


Precedente Giro dell'Italia senza soldi - Giorno 28 07/05/15 - Roma Successivo Giro dell'Italia senza soldi - Giorno 30 09/05/17 Roma - Palestrina